skip to Main Content

Talla è uno dei più piccoli Comuni del Casentino, per numero di abitanti, ma non per estensione posto in una verde vallata sulle pendici del Pratomagno.

Il suo territorio, ricoperto in massima parte da selve di castagni di faggi e da folte pinete che lo rendono un’oasi di pace e di tranquillità, è uno dei luoghi meno inquinati della nostra regione.

Lontano dai centri industriali, è l’ambiente ideale per quanti sono alla ricerca di una natura autentica, non contaminata dal tempo e dall’uomo.

I suoi ricorrenti gioghi, le sue gole ricche di vegetazione dove scorrono torrenti dalle acque limpide e fresche, il profumo del bosco, il fascino dei suoi silenzi rotti solo dal cinguettio degli uccelli, sono il  fiore all’occhiello con il quale si presenta a quanti vogliono allontanarsi, anche per un solo week-end, dalla vita frenetica e rumorosa della città.

Il suo nome non appare in fatti storici di rilievo, tuttavia restano ancor oggi dei segni importanti di un glorioso passato:

Il ritrovamento nel 1888, nelle vicinanze di Talla, di un sepolcreto etrusco con un vario e interessante repertorio archeologico;

I resti dell’antica Badia di S. Trinita ai Piedi del Monte Lori;

Il “Ponte Sasso” ed il Ponte di Annibale” posti l’uno sul torrente Capraia, l’altro sul torrente Ginesso, nei quali un’antica tradizione fa passare Annibale diretto a Roma, ma che certamente richiamano ad un vecchio itinerario etrusco-romano;

I resti del castello di Montacuto il più importante della zona per la sua posizione e grandezza.

Galleria immagini

Per scoprire il nucleo più antico del paese e raggiungere attraverso la “Via Musicalis” le antiche costruzioni de “La Castellaccia” dove la tradizione vuole che sia nato Guido Monaco, l’inventore della moderna notazione musicale.

La Castellaccia, dove è ubicato l’ecomuseo, è il nucleo originario del paese, che sovrasta l’attuale abitato di Talla. In questo spazio, risalente al X secolo, la tradizione vuole che sia nato, fra il 992 ed il 995, il monaco benedettino Guido Monaco. Guido Monaco approfondì la sua esperienza spirituale presso l’Abbazia di Pomposa. Trasferitosi verso il 1025 ad Arezzo, sotto il patronato del vescovo Teobaldo, prese in mano l’insegnamento musicale e corale nella scuola episcopale della città. A Guido Monaco è attribuita l’elaborazione di un nuovo libro liturgico, l’antifonario, in cui le melodie sono scritte con segni collocati su un rigo.

Ha codificato la moderna notazione musicale, che avrebbe rivoluzionato il modo di insegnare, comporre e tramandare la musica.

L’allestimento ha un carattere prevalentemente documentario e didattico ed espone strumenti musicali, pannelli interattivi e didascalici che consentono di ripercorrere la storia e le caratteristiche della nascita della notazione musicale ideata dal monaco camaldolese.
Percorso Sonoro
Un particolare percorso La via Musicalis collega la località al paese di Talla attraverso una serie di installazioni sonore, alcune delle quali interattive, ispirate alla mano guidoniana e agli strumenti musicali del passato, a cura dell’artista Marco Ermini.

La struttura è particolarmente attiva in percorsi di educazione musicale attraverso anche il coinvolgimento della scuola del paese, in continuità con gli interessi pedagogici dello stesso Guido.

Galleria immagini

Offerte e Pacchetti

Arte e cultura
Visita guidata

A spasso con Dante_ proposta di 3 giorni

100.00
Vedi l'offerta
Arte e cultura
Visita guidata

A spasso con Dante_ proposta di 2 giorni

61.00
Vedi l'offerta
Food
Visita guidata

L’esilio di Dante – il Sommo Poeta in Romagna

295.00
Vedi l'offerta
Trekking

Trekking sui sentieri di Dante

225.00
Vedi l'offerta
Bike
Cultura e natura
Food
Visita guidata

In bici con Dante nelle Terre di Faenza

275.00
Vedi l'offerta
Bike
Food
Visita guidata

Dante a Ravenna, Faenza e le colline dell’entroterra

290.00
Vedi l'offerta
Arte e cultura
Brisighella

Da Ravenna a Marradi nel cuore dell’Appennino

150.00
Vedi l'offerta
Cultura e natura
Brisighella

I borghi medievali tra cultura e natura

199.00
Vedi l'offerta

Segui su Facebook tutti gli aggiornamenti, eventi e
informazioni personalizzate…

Guarda su Instagram le straordinarie bellezze
dell’arte e del territorio…

Back To Top